Esegui ricerca
A tu per tu con le PROFESSIONI del FUTURO
28 aprile 2020
Per tutti

A tu per tu con le PROFESSIONI del FUTURO

In collaborazione con Valore D

Martedì 28 aprile ore 15.00

Quale sarà il lavoro del futuro? Quali saranno le competenze utili? Cosa studiare oggi per arrivare pronti sul mercato del lavoro di domani?

Valore D, InspirinGirls e Intribe portano a STEM IN THE CITY una conversazione in digitale per esplorare le professioni del futuro con chi ha già realizzato un sogno e chi ancora lo sta costruendo!

Un vero a tu per tu con le PROFESSIONI del FUTURO. 

Condivideremo l’esperienza di cinque professionisti per scoprire come si diventa piloti di droni, esperti di robotica, di vertical farming, di infografica o di stampa in 3D! 

Cinque esperienze messe al servizio dei giovani di oggi per aiutarli a costruire il loro domani e a comprendere quali siano le professioni del futuro.

Ragazzi delle scuole superiori, insegnanti, genitori e persone curiose di scoprire di più vi aspettiamo in streaming!

Introducono Roberta Cocco, Assessora alla Trasformazione Digitale del Comune di Milano

e Barbara Falcomer, Direttrice Generale Valore D

Presenta la ricerca svolta sulle professioni del futuro da Intribe: Mirna Pacchetti CEO e Qualitative data scientist.

Guida l’appuntamento Imen Jane, economista

Gli ospiti che si alterneranno:

Federica Fragapane – Pittrice di dati

Laura Margheri – Scienziata in Robotica Bioispirata

Valentina Russo – Pilota di droni

Massimo Temporelli – Homo Sapiens

Luca Travaglini – Cyber-agricoltore

PER SEGUIRE IN DIRETTA L’APPUNTAMENTO SU YOUTUBE O FACEBOOK ISCRIVITI QUI >

https://www.eventbrite.it/e/registrazione-a-tu-per-tu-con-le-professioni-del-futuro-102163602084

Commenta e fai domande agli ospiti con l’hastag #ProfessionidelFuturo #inspiringirls  @valoreD

Imen Jane (Boulahrajane). 25 anni. Co-founder ed Editor-in-Chief di WILL, startup di informazione nativa digitale su temi di attualità economica-politica-sociale. Dopo gli studi in Economia e Amministrazione allUniversità Milano-Bicocca e un percorso formativo nella Scuola di Politiche di Enrico Letta, lavora in Expo 2015 Spa e poi come Financial Accountant in una multinazionale statunitense. Nel 2019 inizia a raccontare in modo semplice e interattivo i temi di grande attualità economica su Instagram, attirando da subito un pubblico di massa arrivando a raggiungere in un anno quasi 300 mila followers senza sponsorizzazioni. Diventa così un caso studio Facebook. Inizia a collaborare con testate giornalistiche, aziende, corporate per la creazione di contenuti editoriali, obiettivi di reputation strategy e comunicazione digitale. Fonda a gennaio insieme ad Alessandro Tommasi, WILL: la prima startup italiana che crea contenuti informativi nativi social.

Federica Fragapane è un’Information e Visual Designer freelance. Laureata in Design della Comunicazione, si è specializzata in data visualization nel corso dei suoi studi al Politecnico di Milano. La sua tesi di Laurea Magistrale – un’analisi visiva della criminalità organizzata in Nord Italia – è stata selezionata e pubblicata da ADI Design Index 2015 nella categoria Targa Giovani.
Ha collaborato con Google, le Nazioni Unite e lavorato a progetti editoriali per National Geographic Kids e Penguin Books USA. I suoi progetti di visualizzazione di dati sono stati pubblicati su Scientific American, BBC, Wired US, La Stampa, El Pais. Collabora periodicamente con La Lettura – Corriere della Sera, lavorando all’analisi e comunicazione di tematiche culturali, ambientali e sociali.

È co-autrice di "Pianeta Terra" (National Geographic Kids e White Star), co-autrice dell'"Atlante geopolitico dell'Acqua" (Hoepli) e autrice di "The Stories Behind a Line", una narrazione visiva del viaggio di sei richiedenti asilo arrivati in Italia nel 2016.

Laura Margheri lavora presso il Centro di Micro-BioRobotica dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT).
Laureatasi in ingegneria biomedica all’Università di Pisa, prosegue l’attività di ricerca presso l’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna, con un dottorato e un post doc in BioRobotica. Durante il percorso di ricerca si occupa soprattutto di robotica bioispirata e robotica “soft”, analisi biomeccanica e 3D, e matura esperienza nel management di progetti di ricerca multi-disciplinari e nella creazione di reti di cooperazione scientifica. Dal 2016 al 2018 lavora all’Imperial College di Londra, dove copre il ruolo di research associate e programme manager presso il laboratorio di Aerial Robotics.

Da ottobre 2018 rientra in Italia per entrare nel team di Barbara Mazzolai, coordinatrice del Centro IIT di Micro-BioRobotica, e lavora all’interno della linea di ricerca di Bioinspired Soft Robotics, dove si studiano i modelli della Natura - animali e piante - per progettare nuove tecnologie per la robotica che siano più efficienti ed ecosostenibili.
Per 4 anni coordinatrice del gruppo delle Women In Engineering della IEEE Robotics and Automation Society, nel 2018 è stata inserita da RoboHub tra le 25 donne della robotica da conoscere.

Mirna Pacchetti è CEO e Qualitative data scientist di InTribe, startup innovativa che sfrutta la gamification e un algoritmo proprietario di customer insight data intelligence per realizzare analisi predittive sugli insight dei consumatori e sui trend di mercato.

Inoltre, attraverso l’Osservatorio Evolutivo sulle Professioni del Futuro, Intribe analizza da 5 anni il mercato del lavoro, tracciando anche i worker personas. Questa indagine approfondita è alla base del webinar “Lavoro -  generazioni a confronto”.

Mirna Pacchetti è laureata in Relazioni Pubbliche ed ha conseguito un master in Marketing & Sales Management, interviene spesso come speaker su tematiche legate al mondo del lavoro ed ha maturato 10 anni di esperienza come docente di corsi di comunicazione efficace, public speaking, metodologie di vendita.

Valentina Russo, esperta in Geomatica e pilota APR, laureata in Ingegneria Edile/Architettura con lode presso la Facoltà di Ingegneria di Bologna, è attualmente libero professionista. Si occupa principalmente di topografia e geomatica, in particolare di fotogrammetria, monitoraggio e rilievo terrestre e da piattaforme SAPR. Collabora con la facoltà di Ingegneria di Ferrara con la quale conduce sperimentazioni circa le applicazioni e i sensori degli APR e ha pubblicato articoli su riviste anche internazionali. Nel 2011 ha vinto una borsa di ricerca Europea ad alto contenuto tecnologico sul tema dei droni. Nel 2015 ha fondato a Bologna lo Studio Errealcubo.

Massimo Temporelli si laurea in Fisica con una ricerca sulle onde elettromagnetiche e la ricostruzione fedele dell’apparato sperimentale di H.R. Hertz.
Epistemologia, filosofia e storia della scienza sono il suo focus di ricerca. Per questo motivo, nel 2000, inizia la sua attività professionale al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, di cui nel 2003 diventa curatore.
Dopo 10 anni di lavoro al Museo, dal 2011 lavora come freelance e consulente alla realizzazione di progetti ed eventi culturali in tv, alla radio e nell’editoria.
Ha condotto programmi televisivi su scienza e tecnologia per Sky, Rai Scuola e Rai 2.
Ha pubblicato diversi libri su innovazione e storia della scienza, pubblicati da Hoepli e Mondadori.
È direttore della collana scientifica Microscopi per Hoepli.
È autore e voce del podcast F***ing Genius per l’editore StorieLibere.
Nel 2013 ha fondato il primo Fablab di Milano (TheFabLab) e dal 2014 è professore di Antropologia allo IED di Milano.

Luca Travaglini è uno dei soci fondatori della società Planet Farms, fondata nel 2018 dopo quattro anni di ricerca e sviluppo.

L’idea ha preso forma dopo 12 anni di esperienza nell'industria alimentare nel ruolo di export manager e responsabile dell'automazione per l’azienda di famiglia Travaglini S.p.A., società leader mondiale nella realizzazione di stabilimenti automatizzati nel settore alimentare.

Prima di assumere incarichi di leadership all’interno dell’azienda familiare, Luca ha completato la sua formazione, iniziata con la laurea conseguita all’Università Bocconi di Milano, e continuata in seno a società quali Ernst & Young e Momo, dove Luca ha svolto vari ruoli dal trade finance alla direzione della divisione per i prodotti da competizione.

Tutti gli eventi STEM